″The Night Manager″ è una serie britannica

The night manager: appassionante spy-story

The Night Manager è una serie britannica composta da sei episodi: la sua prima puntata è stata trasmessa dalla nota rete inglese BBC il 21 Febbraio 2016.

Sull’onda del successo di ″Homeland″, è chiaro a tutti come il mondo dello spionaggio internazionale sia tornato ad affascinare il grande pubblico: ″The Night Manager″, complice forse anche il precario equilibrio del mondo in cui viviamo, ha ottenuto ottimi risultati.

La trama

Siamo nell’Egitto del 2011: il Paese è scosso nelle sue fondamenta dall’avvento della rivoluzionaria Primavera araba, movimento popolare che portò alla caduta del primo ministro egiziano Hosni Mubarak. In quest’atmosfera, il telespettatore fa la conoscenza del protagonista della serie, Jonathan Pine.

Questo affascinante uomo è un ex soldato dell’esercito britannico che ormai da tempo ha deciso di ritirarsi a vita privata. Dopo il suo congedo, ha stabilito di fermarsi al Cairo e ha iniziato a lavorare in un lussuosissimo albergo della capitale egiziana come direttore notturno. Tutto quello che Pine chiede è di avere un’esistenza tranquilla senza più scossoni.

Purtroppo, il destino ha altri progetti per lui: il giovane uomo viene coinvolto da una femme fatale in un complesso intrigo internazionale che coinvolge Richard Rope, uomo di spicco della scena politica inglese. Tra Jonathan e la bella signora nasce del tenero: la donna, però, verrà uccisa a causa della sua attività spionistica. Pine, col cuore spezzato, decide di lasciare l’Egitto e accetta un posto di lavoro in Svizzera: un giorno si ritrova davanti proprio Rope, colpevole di aver causato la morte della sua vecchia amante. ″The Night Manager″ è una serie britannica

Johnatan farà di tutto per vendicare la memoria della donna e comincerà ad indagare per assicurare il politico inglese alla giustizia. Ovviamente la faccenda non sarà affatto semplice. Rope è un uomo astuto e scaltro: dietro di sé ha lasciato ben poche tracce.

Inoltre, Pine sembra avere una spiccata tendenza ad innamorarsi della donna sbagliata: si ritrova presto coinvolto in una relazione sentimentale con Jed, la giovane fidanzata del suo acerrimo nemico.

Tutto nasce da un romanzo

In molti sanno come The Night Manager nasca da un’opera letteraria. Alla base di questa serie televisiva possiamo trovare ″Il direttore di notte″, uno dei romanzi del genio assoluto delle spy-story ″made in England″.

L’autore è, infatti, John le Carré, scrittore noto per alcuni celebri racconti come, per esempio, ″La spia che venne dal freddo″, ″La talpa″, ″La spia perfetta″ e ″Il sarto di Panama″. Probabilmente non tutti sono consapevoli di quanto le Carré, pseudonimo di David John Moore Cornwell, fosse competente nel raccontare il mondo dello spionaggio durante la Guerra Fredda: l’uomo, prima di darsi alla letteratura, è stato un agente dell’Intelligence britannico.

Ovviamente, nel romanzo in questione, pubblicato nel 1993, lo scenario della Primavera Araba non viene trattato nel modo più assoluto, dato che non aveva ancora avuto luogo. Resta l’atmosfera di sottofondo e la precisione con cui viene delineato il mondo dello spionaggio internazionale.

La regista: Susanne Bier

The Night Manager è, senza dubbio alcuno, una produzione di ottimo livello: possiamo dedurlo anche solo considerando il calibro della regista che ha preso parte a questa produzione. Dietro la macchina da presa, troviamo Susanne Bier, ottima cineasta danese: siamo di fronte ad uno dei nomi più interessanti del cinema d’autore degli ultimi anni.

Questa grande artista, figlia della scuola cinematografica che ha visto imporsi Lars von Trier e Thomas Vinterberg, è riuscita ad aggiudicarsi il premio Oscar nel 2011 per il suo bellissimo ed intenso film ″In un mondo migliore″.

Gli attori coinvolti: un cast d’eccezione

Anche gli interpreti che hanno trovato spazio in ″The Night Manager″ testimoniano quanto questa serie sia stata prodotta allo scopo di diventare un grande successo di pubblico.

Il protagonista, Jonathan Pine, è stato reso sullo schermo da Tom Hiddleston, attore londinese che nel corso della sua carriera ha lavorato con alcuni dei migliori registi in circolazione. Qualche esempio? Nel 2011 ha recitato in ″Thor″, pellicola diretta dal grande Kenneth Branagh e in ″Midnight in Paris″, per la regia dell’iconico Woody Allen.

Steven Spielberg, nello stesso anno, ha fortemente voluto che prendesse parte a ″War Horse″, in cui ha interpretato il Capitano James Nicholls. Ovviamente, Pine non è l’unico grande nome coinvolto: bisogna citare la presenza di Tom Hollander, il perfido Lord Cutler Beckett nella saga dei ″Pirati dei Caraibi″, della bellissima Olivia Colman, nota per la sua partecipazione alla serie televisiva ″Broadchurch″, e dell’australiana Elizabeth Debicki, Jordan Baker ne ″Il grande Gatsby″ diretto da Baz Luhrmann.

Ovviamente, l’attore più celebre e talentuoso dell’intera produzione interpreta il perfido e corrotto Richard Rope: gli appassionati di serialità televisiva saranno lieti di ritrovare l’ottimo Hugh Laurie, il mitico Gregory House di ″Dr. House – Medical Division″.

Accantonato il personaggio del burbero e carismatico medico, ″The Night Manager″ è la prima serie televisiva a cui l’attore britannico ha partecipato in pianta stabile. Questa volta, però, gli spetta il ruolo dell’antagonista: sicuramente le sue spiccate doti recitative daranno luogo ad un’interpretazione difficile da dimenticare.