l'andamento del mercato può causare oscillamenti

Oro: bene rifugio per eccellenza

L’oro è il prezioso metallo che tutti identificano dal classico colore giallo. Già i popoli antichi avevano attribuito ad esso un grande valore foggiando gioielli e coniando monete.

Oggi, è considerato un prezioso bene rifugio in quanto in tempi di crisi rafforza il potere di acquisto delle monete degli Stati. Una spalla cui ricorrere nei momenti di difficoltà.

Questa sua caratteristica è dovuta al fatto che nel corso dei decenni il suo valore è sempre salito. Nel 1919 alla borsa di Londra venne fissato il suo prezzo e reso pubblico. Da allora due volte al giorno viene comunicato il prezzo di riferimento detto fixing dell’oro.

La quotazione oro come si intuisce dipende dall’azione dei mercati. Gli Stati per un certo periodo di tempo cercarono di mantenerlo alto per rafforzare le loro valute. Oggi, l’oro è la scelta più sicura rispetto ad azioni e obbligazioni. Comprando oro si deve guardare al lungo termine per poter ragionare in termini di guadagno.

l'andamento del mercato può causare oscillamenti
Crisi e conseguente vendita dell’oro da parte di privati.

Con la crisi galoppante, i fondi dei cassetti rimangono vuoti di contante. La gente ha sempre più difficoltà a sbarcare il lunario. Le bollette e le spese, comunque, ci sono e l’unica risorsa sono gli oggetti in oro conservati.

Questo è testimoniato dal fatto che i negozi di banco metalli sono spuntati come funghi negli ultimi anni. Si cerca di speculare sull’effettiva necessità della gente. La quotazione oro in questo caso diventa basilare.

In funzione del prezzo al grammo che viene praticato dal negozio, dipenderà il realizzo che il privato potrà fare dalla vendita dei suoi preziosi.

Il consiglio è di non fermarsi alla prima valutazione ma girare per la città e prendere informazioni sulle quotazioni dell’oro applicate. Non è difficile vista la diffusione dei banco metalli. Cosa importante è cercare di capire quanto, orientativamente, vale il nostro oro per capire il margine di scostamento tra i valori.

Quotazione dell’oro e valutazione casalinga

Con la diffusione di internet non è difficile fare una stima dell’oro conservato in casa. Per prima cosa bisogna separarlo per numero di carati.

L’oro puro è 24k, ma difficilmente si trovano monili prodotti con questo titolo. Molto più facile è trovare quelli con 18k e qualche volta con 14 k. Si pesano separatamente e con pochi calcoli avremo la cifra orientativa da realizzare. Ipotizzando che la quotazione dell’oro della giornata sia di € 30, il coefficiente da moltiplicare si ottiene:

  • 18K/24K= 0,750 x 30 = 22,50 (prezzo al grammo di oro usato 18K)

oppure

  • 14K/24K= 0,583 x 30 = 17,49 (prezzo al grammo di oro usato 14K)

Andamento del mercato e quotazione oro

Non è difficile capire quando la quotazione dell’oro comincia a salire. il mercato risente molto degli avvenimenti politici ed economici mondiali.

Un attentato, una guerra o una scelta politica possono influire in maniera decisiva sulle contrattazioni.

L’incertezza sul futuro spinge gli investitori a guardarsi intorno aspettando il momento opportuno. Nel piccolo anche i privati dovrebbero comportarsi allo stesso modo. Per i più esperti non farebbe male controllare i grafici che rilevano il comportamento dell’oro nel corso delle settimane. Si deve sfruttare il momento di trend al rialzo per cogliere una buona opportunità.