cerchi una stanza in affitto

Offri o cerchi una stanza in affitto? Prova con RoomUP

A volte, il mondo degli affitti sa essere molto ostile. Lo sanno bene tutte le migliaia di studenti, lavoratori, espatriati che spesso si ritrovano settimane e settimane in cerca di un posto letto in una nuova città.

Inoltre, in questa estenuante ricerca sorgono sempre le immancabili domande: in che tipo di casa andrò andrà a finire? Quale livello di privacy troverò? In quali condizioni igeniche vivrò? Con quante e quali persone condividerò il tetto?

Le domande sono potenzialmente infinite. Spesso ci si sofferma più sugli ostacoli che la vita in condivisione può creare, piuttosto che le sue opportunità. E proprio qui, RoomUP si inserisce per proporre un cambio di prospettiva. 

L’idea viene da 5 ragazzi che, dopo anni di vita in condivisione, hanno colto la serie di disagi che la ricerca di una stanza in affitto può dare e hanno deciso di provare a risolverli per rendere l’esperienza della condivisione più positiva possibile.

Una soluzione intuitiva e gratuita

Molte persone in cerca di un posto letto, gli studenti in particolare lo sanno, spesso devono imbattersi in fastidiosi abbonamenti “premium” ai siti di annunci per poter comunicare con gli inquilini o i proprietari di casa. In più, spesso l’utente non sa bene a cosa si sta interessando perché gli annunci mostrano descrizioni generiche, foto sbiadite, condizioni incomprensibili.

cerchi una stanza in affitto

Diversamente da queste piattaforme, RoomUP vuole innanzitutto proporsi come un servizio gratuito. Poi, cerca di proporre un’interfaccia intuitiva e snella che permetta all’utente di offrire o cercare una stanza in modo facile e veloce. I vantaggi, infatti, possono essere per entrambi, per chi affitta e per chi cerca.

Una facilitazione per chi affitta

Secondo quanto descritto dagli ideatori della piattaforma, coloro che propongono una stanza in affitto potrebbero finalmente smettere di pubblicare annunci ovunque sul web rischiando di perderne il controllo e magari trovarsi davanti decine di potenziali inquilini in lotta tra loro, di cui magari molti inadatti al tipo esperienza di condivisione che si vuole offire.

I ragazzi di RoomUP hanno cercato di rendere la gestione e creazione degli annunci la più semplice e intuitiva possibile agli occhi di chi cerca, in modo che l’offerente possa più facilmente attrarre a sé il tipo di persone che desidera.

Inoltre, per una più chiara informazione la piattaforma è integrata da Facebook. Qui l’offerente può creare una pagina dedicata dove presentare, raccontare, illustrare il tipo di vita che si fa sotto il tetto che sta offrendo, per dare a chi cerca l’informazione più completa possibile.

Una facilitazione per chi cerca

Ovviamente i vantaggi di un funzionamento più trasparente degli annunci va anche a beneficio di chi cerca il posto letto. Questo, infatti, ha modo di farsi un’idea più chiara sul tipo di situazione in cui potrebbe introdursi e può riflettere più consapevolmente sulla propria scelta, prima di farla.

Oltre alla descrizione di una sorta di coinquilino ideale, leggibile sugli annunci, chi cerca una stanza in affitto può visitare l’apposita pagina Facebook per avere informazioni sullo stile di vita proposto dalla casa a cui si è interessato e sui suoi inquilini.

In conclusione, RoomUP si propone come un’idea orginale di gestione degli annunci di stanze in affitto, volto a mettere in un contatto più stretto e sinergico domanda e offerta.
Per chi fosse interessato al servizio, visitare la pagina www.roomup.com e la pagina Facebook RoomUP Community.