Prezzo oro come viene calcolato?

Come viene stabilito e valutato il valore ed il prezzo dell’oro

L’oro rientra nella categoria dei metalli preziosi e rari e con lui anche l’argento, il palladio ed il platino. Il serbatoio dei consumatori di questo prezioso metallo è rappresentato principalmente dal comparto “investitori” e poi dalle società manifatturiere di lavorazione per la produzione di preziosi.

Prezzo oro come viene calcolato?Grazie alla sua facile capitalizzazione l’oro rappresenta da sempre una riserva valutaria e oggi più che mai il suo valore ed il suo prezzo subiscono giornalmente forti oscillazioni, in virtù della grande domanda d’acquisto proveniente dall’India e dai paesi arabi.

La Fissazione del Prezzo dell’Oro

A differenza di altri beni quali i titoli e le azioni, il prezzo dell’oro non è facile da stabilire, né appare possibile creare oscillazioni vertiginose dei prezzi.

A garantire una fissità del prezzo dell’oro vi è una procedura chiamata ‘fixing’ in cui giocano un ruolo fondamentale la domanda e l’offerta.

Il prezzo è prima valutato in base all’equilibrio tra oro venduto ed oro acquistato in lingotti all’apertura dei mercati ed in seguito stabilito dalla Borsa di Londra, che fin dal 1919 per due volte giorno ne decreta il prezzo.

Come per tutti i metalli preziosi, il prezzo dell’oro può essere classificato:

  • a comptant, nel caso in cui l’oro è venduto e pagato immediatamente per essere fornito;
  • a terme, qualora il valore sia stabilito in caso di vendita e acquisto futuro.

Il fixing dell’oro è quotato giornalmente alle 10:30 ed alle 15:00 ora locale di Londra.

Determinazione certa del prezzo dell’oro

Per i mercati che applicano il criterio spot (a comptant) le fonti sicure per la determinazione del prezzo dell’oro sono le banche ed i trader, poiché per soddisfare le richieste dei loro clienti, vendono ed acquistano ingenti quantità di metalli preziosi al punto tale da influenzarne inevitabilmente il valore.

I mercati future (a terme) che determinano il prezzo dell’oro a termine sono invece le principali Borse del mondo: Instabul, New York, Mumbai, Dubai.

Negli ultimi anni la domanda di acquisto cinese ed indiana hanno fortemente condizionato la determinazione del prezzo dell’oro.

Prezzi di chiusura

Il prezzo dell’oro non ha chiusura. Sembra strano per chi è abituato alla Borsa tradizionale, dove gli indici hanno un prezzo di chiusura che stabilisce il valore del titolo, ma per i preziosi sono cosi.

L’oro nel mondo è scambiato sui mercati in concreto 24 ore su 24 e quindi è impossibile, anche volendo pensare di stabilire un prezzo di chiusura.

Le Società che movimentano i mercati dell’oro si basano tuttavia sul prezzo del fixing stabilito dalla Borsa Londinese e sulla valorizzazione all’istante fornita dai dati statistici in una determinata sequenza temporale.

Con questo metodo, certificato come valido e d’indubbia solidità commerciale, le società garantiscono la negoziazione dell’oro anche nel mercato fuori borsa.

Conclusioni sulle valutazioni del prezzo

La fissazione del prezzo dell’oro e richiede un lavoro notevole ai professionisti del trading. E’ necessario sapere che le quotazioni si riferiscono sempre all’oro 24 carati, il cosiddetto oro puro destinato ai lingotti ed a quello 18 carati destinato invece all’industria dei gioielli.

Anche in questo caso va detto che la differenza di valore e di quotazione tra il prezzo dell’oro 24 carati ed il prezzo del 18 carati è enorme.

La liquidità circolante negli ultimi anni è stata immessa dalle Banche sul mercato grazie alla forte offerta di oro 18 carati esplosa in seguito a questo lungo periodo di recessione.